SignorSito.it

Qui non trovi bufale!


Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /web/htdocs/www.signorsito.it/home/plugins/system/jat3/jat3/core/menu/base.class.php on line 178

Norme&Sentenze

Guida con ciabatte, tacchi, zeppe. Si può?

infradito

In estate spesso ci si ritrova ai piedi le infradito, le ciabatte per il mare o altre calzature non bene fissate ai piedi come lo sono quelle usate nei periodi più freddi. Si può guidare con ai piedi questo tipo di calzature? E' possibile guidare con scarpe con un tacco alto o con la zeppa? In passato il Codice della Strada prevedeva una specifica sanzione per i conducenti che non avessero calzature adeguate ad una pronta frenata o altra azione sui pedali per garantire la sicurezza delle manovre.

Infatti, una infradito potrebbe sfilarsi dal piede e finire sotto i pedali, ovvero una scarpa con tacco alto o zeppa potrebbe muoversi in modo anomalo compromettendo l'azione sui pedali. La presenza di sabbia nei piedi scalzi o il sudore potrebbe portare il piede a scivolare.

L'attuale Codice della Strada non prevede una specifica sanzione per l'abbigliamento o le calzature indossate, ma nel comma 2 dell'articolo 141 puntualizza che:
2. Il conducente deve sempre conservare il controllo del proprio veicolo ed essere in grado di compiere tutte le manovre necessarie in condizione di sicurezza, specialmente l'arresto tempestivo del veicolo entro i limiti del suo campo di visibilita' e dinanzi a qualsiasi ostacolo prevedibile.

Questa puntualizzazione lascia spazio alle valutazioni sull'effettiva capacità di controllo del veicolo da parte del conducente in base alle condizioni di guida (sia per fattori esterni quale luminosità, pioggia, manto stradale etc come previsto successivamente, sia per fattori interni legati alle condizioni psico-fisiche che alle calzature ai piedi).

I nodi vengono al pettine soprattutto negli incidenti stradali gravi in quanto, in caso di lesioni gravi o gravissime o mortali, le assicurazioni tenute a risarcire i danneggiati possono appellarsi alla rivalsa nei confronti del conducente / titolare dell'assicurazione nel caso in cui la responsabilità del sinistro possa essere associata (anche) ad un mancato tempestivo controllo del mezzo.

Infatti, nel rapporto sull'incidente la polizia intervenuta potrebbe annotare che il conducente "indossava calzature non adatte alla guida" o qualcosa di simile. La compagnia assicurativa, in tal caso, potrebbe avvalersi della clausola di rivalsa nei confronti del conducente: questo significa che chiederebbe i danni (o parte dei danni) al conducente.

0
0
0
s2smodern