Salute

Il caffè ritenuto cancerogeno in California.

Ansa.it Newscaffe semi chicchi

La bevanda più amata dagli italiani, il caffé caldo ed invitante, viene ritenuto probabile cancerogeno secondo alcune ricerche scientifiche. La verità scientifica che sta dietro a questa affermazione è legata ad una sostanza che si sviluppa alle alte temperature della torrefazione: l'acrilammide. E' per tale motivo che un giudice californiano ha imposto alle aziende produttrici e soprattutto alle grandi catene come Starbucks di apporre la dicitura sui rischi di sviluppo del cancro che il consumo di caffé comporta. Un pò come per le sigarette.[Ansa.it]

L'acrilammide è una sostanza mutagena, possibilmente cancerogena, che per la sua natura elettrochimica si lega facilmente a composti biologici presenti nel corpo umano. Ecco perché è ritenuta rischiosa. Essa si sviluppa in diverse situazioni, fra cui la frittura (di patate ad esempio) oltre il punto di fumo, cioè oltre la temperatura a cui l'olio usato per la frittura comincia a vaporizzare.

 

Da wikipedia:

L'acrilammide, o propenammide, è l'ammide dell'acido acrilico. A temperatura ambiente si presenta come un solido cristallino incolore o leggermente bianco, solubile in acqua con reazione fortemente endotermica, avente odore non percettibile o leggermente ammoniacale, che in forma pulverulenta viene facilmente inalato con effetti potenzialmente molto pericolosi. Viene industrialmente preparata per idrolisi dell'acrilonitrile con idratasi nitrilica.