Scienza

Perché la velocità della luce si indica con c?

fiber optic cropped

La velocità della luce è una delle principali costanti della fisica. La sua importanza è legata al fatto che non solo misura la velocità di propagazione delle onde elettromagnetiche nel vuoto (attraversando spazi non vuoti essa viene rallentata per interazione con la materia presente), ma per il fatto che tale valore costituisce un limite invalicabile di velocità. La lettera "c" utilizzata per indicare questo valore costante è stata scelta perché è l'iniziale della parola latina celeritas, corrispondente alla parola italiana celerità, cioè velocità. L'uso di questa costante è noto al grande pubblico attraverso la più famosa equazione del mondo, apparsa su milioni di magliette, volantini e pubblicità: E=mc2. La famosa equazione di Einstein che lega massa ed energia. La velocità della luce è pari a quasi 300 mila km/s nel vuoto. Questo significa che un raggio luminoso emesso sulla Terra impiega poco più di un secondo per raggiungere la Luna (distanza media 384.000 km) mentre affinché un raggio luminoso emesso dal Sole raggiunga la Terra devono passare circa 8 minuti visto che la distanza media della Terra dal Sole è di circa 150 milioni di km. Immaginate, allora, quanto tempo ci vuole affinché la luce emessa da un oggetto o un ammasso luminoso spaziale come può essere una galassia esterna alla nostra possa raggiungere i nostri occhi. Si va dai pochi milioni di anni di Andromeda ai miliardi di anni delle galassie più lontane. 

Come riportato su wikipedia e riscontrabile ad occhio nudo, la Galassia di Andromeda, nota anche come M31 è l'oggetto più lontano visibile ad occhio nudo.

La Galassia di Andromeda (nota talvolta anche con il vecchio nome Grande Nebulosa di Andromeda o con le sigle di catalogo M 31 e NGC 224), è una galassia a spirale gigante facente parte del Gruppo Locale, assieme alla Via Lattea; si trova a circa 2,538 milioni di anni luce dalla Terra,[4] in direzione della costellazione boreale di Andromeda, da cui prende il nome. Si tratta della galassia a spirale di grandi dimensioni più vicina alla nostra galassia; è visibile anche ad occhio nudo e si tratta dell'oggetto più lontano visibile da occhi umani senza l'ausilio di strumenti di osservazione.

0
0
0
s2smodern
powered by social2s