SignorSito.it

Qui non trovi bufale!

Scienza

Che cos'è la bomba H? Che significa bomba H (acca)?

bomba atomicaIn questi giorni abbiamo sentito parlare dell'esplosione di un potentissimo ordigno bellico di tipo nucleare: la bomba H. Oltre alla facile battuta "non ci ho capito un'acca", possiamo descrivere una bomba H come un devastante tipo di bomba nucleare che combina i due tipi fondamentali di reazione nucleare: la fusione e la fissione. Una bomba nucleare a fissione esplodendo provoca la fusione di elementi leggeri collocati in un involucro che la contiene generando temperature di milioni di gradi e provocando la fissione di elementi contenuti in un ulteriore involucro. Gli effetti di una bomba di questo tipo dipendono dall'altezza alla quale viene fatta esplodere. I danni peggiori avvengono quando la bomba esplode all'altezza del terreno perché contamina con la radioattività il terreno e gli edifici con ricadute negative a lungo termine, nonché con i danni diretti dovuti all'onda d'urto, alla temperatura elevatissima e ai danni da radiazioni elettromagnetiche alle apparecchiature elettroniche.

Perché si usa l'aggettivo nucleare?

La potenza di queste bombe è legata all'enorme energia racchiusa negli atomi e che si libera con la fissione (l'atomo si divide in più parti dando origine ad elementi meno pesanti e radiazioni) o con la fusione (più nuclei atomici si fondono insieme dando origine a nuclei di elementi più pesanti).

Che cos'è il nucleo atomico?

Mentre un tempo gli scienziati - filosofi con il solo ragionamento arrivarono a coniare il termine di atomo (a - tomo, dal greco "a" alfa privativo [negazione] e tomé tagliare) ad indicare la particella più piccola e indivisibile, oggi sappiamo che un atomo è costituito da un nucleo di protoni e neutroni (particelle a loro volta costituite da sub - particelle...) e da una nuvola di elettroni (carica elettrica negativa). La fissione o la fusione del nucleo liberano enormi quantità di energia ed arrivare a generare questi processi incontrollati comporta esplosioni devastanti.

Da Wikipedia:

Sono quattro i fattori distruttivi dovuti all'esplosione di un ordigno nucleare:

  1. onda di calore fino a 20 milioni di gradi centigradi in corrispondenza del punto di detonazione;
  2. onda d'urto;
  3. emissione di radiazioni (direttamente con l'esplosione e tramite successivo fallout radioattivo);
  4. effetto EMP (Electro Magnetic Pulse), questo scoperto solo a partire da alcuni test nucleari dei primi anni sessanta.

Le esplosioni nucleari possono essere a loro volta classificate in cinque tipi:

  1. aero-alte: esplosione nella stratosfera, con forte rilascio di particelle alfa e beta e scarso rilascio di radiazioni gamma, che però vengono fermate dall'atmosfera; nessun danno agli esseri umani ma viene rilasciato un gigantesco impulso elettromagnetico (EMP) che distrugge qualunque apparecchiatura elettronica non protetta da adeguata schermatura o funzionante con valvole termoioniche; inoltre vengono azzerate le comunicazioni radioper un certo periodo a causa dei disturbi;
  2. aero-basse: esplosione nell'atmosfera a poche centinaia di metri di altezza, con forte rilascio di particelle alfa e beta e scarso rilascio di radiazioni gamma, letali nel raggio di diversi chilometri in un tempo breve. Scarso fall-out nucleare;
  3. superficiali: esplosione a terra, con forte rilascio di radiazioni gamma, e scarso rilascio di particelle alfa e beta; elevata ricaduta radioattiva dovuta alle polveri sollevate, pesantemente contaminate. Danni anche di tipo sismico alle cose, ma minori effetti immediati sulle persone;
  4. sotterranee: nessun rilascio di particelle, che vengono schermate dal terreno, e di onde elettromagnetiche. Forte onda sismica, proporzionale alla potenza dell'arma. È usata principalmente nei test per le armi nucleari;
  5. sottomarine.

 

0
0
0
s2smodern