Spazio

La Cina sulla Luna

20160128 pcamr change3 yutu tracks nao cas

[Foto dell'Accademia Spaziale Cinese / Il Lander visto dal Rover]

Dopo il successo delle passate missioni lunari (senza equipaggio) iniziate nel 2007 con Chang'e 1 (primo satellite orbitale cinese), adesso la Cina, nuova potenza tecnologica ed economica, ha deciso di lanciare la missione Chang'e 5, con un "equipaggio" robotico per l'esplorazione della Luna. Scopo dichiarato della missione è quella di prelevare dei campioni di roccia lunare e portarli sulla terra. La capsula di rientro è naturalmente dotata di scudo termico. Già nel 2013, la missione Chang'e 3 è riuscita a fare un atterraggio morbido sulla Luna nella regione del mare Imbrium, riuscendo a far esplorare la superficie lunare con un rover che ha inviato le sue informazioni e immagini per diverse settimane. Nei piani della grande potenza anche missioni umane sulla Luna, ma prima vogliono costruire una stazione spaziale orbitale entro il 2022.

 

 

Con le precedenti missioni, tutte partite dal cosmodromo di Xichang, la Cina è riuscita ad ottenere una mappa tridimensionale dettagliata della superficie lunare. Adesso, presso il centro di ingegneria dei sistemi aerospaziali di Shangai (dove è stata anche riprodotta una porzione della superficie lunare) è stato realizzato il robot a sei ruote, dotato di sistemi di ripresa e trasmissione video in tempo reale, sensori di movimento, pannelli solari e attrezzi per scavare e prelevare campioni.

Per chi volesse approfondire ecco il link ad un articolo in inglese del sito gbtimes.com e sul sito della NASA qui.