Cultura

Articolo 140 della Costituzione Italiana

 

Nella scena finale del film "Viva l'Italia", Michele Placido, nei panni di Michele Spagnolo, politico pentito di tutte le malefatte perpetrate nei confronti dei cittadini italiani, fa un discorso sulla necessità di cambiare, di smetterla con questa politica fatta di papponi, di gente che ha pensato solo a se stessa, a sistemare gli affari propri e degli amici. Un accorato appello all'onestà e alla verità. Parla di un articolo da aggiungere alla Costituzione, fatta di 139 articoli. L'articolo 140 dovrebbe riguardare il diritto dei cittadini a sapere la verità. La verità su tutte quelle decisioni importante prese per i cittadini, spesso a sfavore. Un monologo fatto con il cuore in mano da chi si è reso conto di aver contribuito alla rovina dell'Italia, creando milioni di precari, di giovani dal futuro incerto, con il miraggio di un lavoro stabile e di una futura pensione.

Un tema molto sentito dagli italiani che negli ultimi decenni hanno visto ridursi il tenore di vita medio per una molteplicità di fattori che genericamente indichiamo come crisi economica.  Una crisi che non è solo economica, ma anche di valori sociali, politici, religiosi. Attraverso i social assistiamo ad una tempesta di molteplici verità su uno stesso argomento. E' difficile stabilire quale sia la verità. Ognuno sceglie quelle che più soddisfa le sue aspettative, il proprio modo di vedere il mondo.E' così ognuno ha la sua verità, da condividere, da difendere. Ed in questa giungla di informazioni, diventa sempre più difficile capire, per chi non parteggia, per chi cerca i dati, i riferimenti, le parole scritte e non solo dette, quale sia la "vera verità".

 

 

0
0
0
s2smodern
powered by social2s