Viaggi

Barcelona, mi amor....

 barcellona barrio gotico 2

Chi è stato a Barcellona (Barcelona per gli spagnoli) almeno una volta può confermare che in questa città ci si sente subito  come a casa propria. Il sorriso accogliente dei suoi abitanti, la loro disponibiità a dare informazioni, l’aria festosa che si respira sulla Rambla la rendono una meta adatta a tutti: ragazzi, coppie e famiglie non faranno fatica a trovere qui il loro spazio ideale, ciascuno in base alle specifiche esigenze della propria vacanza.
Camminare a Barcellona è semplicissimo, vi basterà  soltanto un giorno e potrete tranquillamente lasciare in albergo la carta topografica: le strade più importanti e più frequentate si incrociano perpendicolarmente e costituiscono i punti di riferimento principali per il vostro orientamento: così la Rambla e la Via Laietana, che corrono dal mare verso monte e sono attraversate da Carrer de Fernan; questi incroci formano al loro interno un reticolo di viottoli attraverso cui lasciarsi andare  per godere di alcuni scorci davvero suggestivi e per scoprire le ricchezze artistiche di questa città.


Iniziate la vostra passeggiata nella parte più antica, tra i vicoli del Barrio Gotico e della Ribera: alcune viuzze sono strette al punto che vi sembrerà di sentire i rumori provenienti dalle abitazioni.

Barrio Gotico Barcellona
Visitate la Basilica di Santa Maria del Mar, l'esempio più emblematico e puro del gotico catalano: narra la storia che venne costruita dalla popolazione del quartiere, i bastaixos (cioè gli scaricatori del porto) che sulle loro spalle trasportavano i massi che servivano per edificarla; per questa ragione la chiesa apparteneva (e tutt'ora appartiene) ai fedeli della parrocchia,  in contrapposizione alla Cattedrale che, invece,  apparteneva alla nobiltà ed al clero.
Continuate la passeggiata verso il Parc della Ciutadella, nei pressi dell'Università, un bel giardino alberato con una piacevole fontana e lo zoo annesso
Ritornate su via Laietana ed allontanatevi dal mare, arriverete in una grande piazza dove  si mostrerà, in tutto il suo splendore, la Cattedrale della città: anch’essa in stile gotico ma più luminosa, vi colpirà senza dubbio la maestosità dell'organo, posto al centro della stessa. Annesso alla Cattedrale è il chiostro, dove passeggiano allegre e incuranti della vostra presenza due anatre bianchissime. E la domenica mattina, sullo spiazzo antistante la gradinata di accesso alla Cattedrale, proprio al centro della piazza, puntualmente alle ore 12.00,  non perdetevi il tradizionale ballo della “sardana”: gruppi spontanei di abitanti che, formando un cerchio e tenendosi per mano, balleranno muovendo dei passi al suono di un'allegra musichetta, e senza accorgervene farete parte anche voi del gruppo festoso.
E adesso andate sulla Rambla, un vero e proprio teatro a cielo aperto: artisti di strada che catturano l’attenzione con le loro esibizioni, statue umane che sorprendono con la loro immobilità e fiorai ad ogni passo pronti ad inebriarvi col profumo dei loro fiori…A qualunque ora del giorno e della notte sulla Rambla di Barcellona non sarete mai soli.
Continuando la vostra passeggiata arriverete a Plaça Catalunya,che  fa un po’ da spartiacque tra questa parte della città, più antica, e l’altra che prosegue,  più moderna, più residenzale. Quasi a confermare la sua centralità, sul pavimento troverete una grande Rosa dei Venti; da lì si sviluppa uno dei viali più eleganti e più cari di Barcellona, il Paseo de Gracia.
Gaudì scelse proprio questo Paseo per realizzare due delle sue grandi opere: Casa Batllò e Casa Milà, detta La Pedrera. La prima, frutto della ristrutturazione di un edificio preesistente, si sviluppa su tre piani e la facciata ha, per ogni piano, una sua prerogativa: da un richiamo al gotico del primo piano, si passa alle decorazioni luminose in maiolica del secondo; la parte alta è invece interamente ricoperta da tegole di ceramica vetrificata colorata, che ricordano le squame di un rettile.Diversa Casa Milà: la sua facciata è ricoperta di pietra grezza, da qui l'appellativo di Pedrera.

CasaMilà

Sagradafamilia overview

Tappa obbligata per chiunque si rechi a Barcellona è un’altra grande opera iniziata da Gaudi ma ancora in corso di completamento: la Sagrada Familia,

un luogo di culto cattolico splendido e grandioso, già consacrato, il cui avanzamento dei lavori dipende dall’afflusso delle donazioni. L’esterno richiama molto lo stile neogotico, all’interno invece, l’idea che si ha è quella di un bosco: le colonne infatti ricordano alberi, i cui rami svettano verso l’alto per sorreggere le volte su cui poggiano le torri della chiesa

E infine, nella parte più a nord di Barcellona, il Parco Güell: un luogo magico e quasi surreale dove la vegetazione e le costruzioni sembrano amalgamate quasi a formare un tutt'uno. Anche qui Gaudi utilizzò  ceramiche variopinte e pezzi di vetro come tessere di mosaici colorati, rappresentando tutto un universo di animali fantastici. Il cuore nevralgico è costituiito da una piazza delimitata da un sedile che evoca un serpente colorato, così come colorata è la grande salamandra posta in cima alla scalinata.

1200px Parc Güell Dragon Restored

Barcellona è a misura di famiglie: non perdete l'occasione di portare i vostri bambini al Museo della Scienza, prendendo il tram fino alla Avenida Tibidabo; qui grandi e piccini avranno la possibilità di vivere la scienza in concreto, dal pendolo di Focault, agli esperimenti sugli effetti di luce, alla rappresentazione della foresta Amazzonica. Portateli anche all'acquario, situato nella zona portuale, è uno dei più grandi d'Europa e offre una grande varietà di fauna marina.

E quando la fame farà sentire i suoi morsi....cominciate a concedervi uno sfizioso aperitivo a base di tapas, ne vengono preparate in ogni angolo della città e soddisfano il palato di tutti. Passeggiando sulla Rambla non potrete fare a meno di notare il mercato della Bouqueria: incuriosisce subito con le bancarelle che espongono frutta e ortaggi come se si trattasse di opere d’arte, lasciatevi tentare dal pesce fresco cucinato davanti a voi e accompagnatelo con un buon  bicchiere di sangria: gustate la macedonia di frutta già pronta nelle vaschette: siete parte integrante della città! Se invece preferite sedervi ad un tavolo non avete che l’imbarazzo della scelta: che sia lungo la Rambla o in uno dei vialetti del Barrio potrete gustare, sempre, un’ottima paella. Non perdetevi quella preparata dalla sapiente cucina del  "Senyor Parellada, in Carrer de l'Argenteria, vicinissimo al Museo di Picasso.. Oppure godetevi una bella aragosta nei ristoranti sul mare della Barceloneta.

Per concludere la vostra giornata Barcellona vi offre una vasta gamma di possibilità: dalla passeggiata sulla Rambla, dove l'orologio sembra non scorrere, ai locali notturni di Placa Reial, agli spettacoli di flamenco: dipende solo da voi.

Barcellona non si farà dimenticare molto facilmente....al vostro ritorno a casa, se ne avrete nostalgia, provate a tuffarvi tra le pagine de "L'Ombra del vento" ....e sarà come esserci di nuovo!

lienLIEN VIAGGI DI QUAGLIANA LIDIA RITA E DI FRANCESCA MAURIZIO S.N.C . 2, Via Dante - 90010 Campofelice Di Roccella (PA) tel. 0921 933006, 0921 934440