Video Curiosi

La leggenda del pianista sull'oceano: la sfida.

La leggenda del pianista sull'oceano, uno dei miei film preferiti, tratto dall'omonimo libro di Alessandro Baricco, è un film che ha fatto epoca. Diretto dal bagherese Giuseppe Tornatore, uscì nelle sale nel 1998, ammaliando migliaia di spettatori. Al di là della trama che potrete trovare in uno dei tanti siti dedicati al cinema, in questo mio breve articolo, condividerò con voi la scena della sfida fra Novecento e Jelly Roll Morton. Quest'ultimo fu un personaggio realmente esistito. Altezzoso e tracotante musicista - compositore, dalla eccezionale bravura, si autodefinì l'inventore del Jazz. Nato probabilmente nel 1880, anche se in diversi documenti ci sono date contrastanti, di origini creole haitiane, trascorse l'infanzia con la madrina e studio musica sin dalla giovane età, applicandosi soprattutto al pianoforte. A diciassette anni cominciò a suonare nei quartieri a luci rosse di New Orleans, come accennato nel film di Tornatore, e qui affinò la sua tecnica di pianista. 

« Tutte le volte che mi vedi entrare, vattene via da quel piano »
(Jelly Roll al pianista, entrando in un locale[1])
Jelly Roll Morton
MortonBricktopRowCropMortonFace.jpg
Jelly Roll Morton nel 1917
 
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Ragtime
Jazz
New Orleans jazz
Periodo di attività 1900-1941
Strumento pianoforte

Ferdinand "Jelly Roll" Morton (New Orleans20 ottobre 1885 – Los Angeles10 luglio 1941) è stato un pianista e compositore statunitense durante il periodo di transizione dal ragtime agli albori del jazz.

Considerato il primo importante compositore e pianista di musica jazz della storia[2], fu autore di alcune delle più importanti e influenti composizioni della sua epoca, come Jelly Roll Blues, brano edito nel 1915 e riconosciuto come il primo pezzo jazz pubblicato[3].

Celebre per la sua tracotante personalità, si era attirato le antipatie dei suoi colleghi per il suo modo di fare altezzoso, sprezzante e completamente incentrato su di sé; a questo proposito, Duke Ellington gli riconobbe, a torto, soltanto "il talento di parlare di Jelly Roll Morton". Di sé diceva di aver "inventato il jazz nel 1902", di essere "il creatore del jazz - stomp - swing" e "il più grande compositore di temi hot del mondo".

0
0
0
s2smodern
powered by social2s